Porto Miggiano

Si parte dal fratello maggiore, in questo caso Santa Cesarea Terme, per poi procedere in scala e soffermarsi sul più piccolo ma non meno degno di menzione: Porto Miggiano.
La località marittima, facente parte del circondario del Comune di Santa Cesareo Terme, è nel Sud del Salento.
Nota ai salentini ed ai turisti per le bellezze naturalistiche e gli scorci mozzafiato, Porto Miggiano si caratterizza per l’omonima torre, risalente al ‘500, e destinata alla difesa del porto dagli attacchi dei Saraceni; il porticciolo turistico; una lunga scalinata con la quale si accede alla baia, un’insenatura ad U, delimitata da alte falesie calcaree; i faraglioni rocciosi e le grotte in cui il mare dona emozionanti e suggestivi giochi di colore. Il fondale è roccioso sulla riva e diviene sabbioso andando più a largo. La località è molto amata dagli appassionati di pesca subacquea e in generale è la prescelta per lunghe nuotate ed intensi bagni.

Nei periodi estivi, Porto Miggiano è nel pieno della sua attività turistica. Sono diverse le escursioni sottocosta cui prender parte a prezzo modico al fine di apprezzare la costa rocciosa e le suggestive grotte intervallando la visita con piacevoli soste ed annesso bagno. Tra le più importanti va citata la Grotta Romanelli, ricca di testimonianze archeologiche.

L’evento di maggior attrattiva è senza dubbio la festa del pesce che si tiene ogni anno nel mese di luglio. Protagonisti della festa i veri sapori del Mediterraneo e le ricette locali preparate dagli abitanti del posto.

L’odore del finocchietto selvatico permea la zona con il sentiero in discesa della “Serricella”, conosciuto da chi è pratico del posto e consigliato a chi lo scopre per la prima volta. Qui, infatti, la macchia mediterranea è rigogliosa, sana, vivace e ricca di lecci, lentisco, origano. Da entrambi i lati della stradina spuntano, tra i muretti a secco, il verde, l’arancione e il fucsia delle piante di fico d’India, al centro c’è l’azzurro. A far da padrona all’azzurra distesa c’è la Torre di Porto Miggiano che, non più incorniciata dal verde, appare in tutta la sua solitudine.
Resta il mare d’incanto e silenzioso, Porto Miggiano è al centro di un denso dibattito teso ad arginare e rifiutare la cementificazione di un luogo selvaggio e bello in quanto tale.

Per l’immagine con visuale sulla caletta di Porto Miggiano si ringrazia win.salento.us

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *