Offerte e Last Minute a Porto Cesareo

Porto Cesareo – LastMinute Salento 2017

Tra i tanti luoghi del Salento degni di nota, postille e commenti contrassegnati da più e più stelle, c’è senz’altro Porto Cesareo.
Non solo una cittadina balneare ma un litorale esteso e capace di far sognare al punto da insinuare il sospetto che non si tratti più di suolo italiano. Ad un passante con cappello e camicia floreale viene spontaneo chiedere : “Siamo, forse, ai Caraibi?” .
Se non vi sembra abbastanza… Vedere per credere.

Porto Cesareo, nome antico “Sasinae Portus”, è una città pugliese nota per le sue spiagge incontaminate che si estendono per circa 17 chilometri. Lungo quest’incantevole striscia di terra si incontrano bellissime baie e lagune, oltre ad un piccolo arcipelago di isolotti rilevanti dal punto di vista naturalistico e faunistico.
Porto Cesareo è stato inserito nella lista delle 20 aree marine protette a livello nazionale, qui ha sede, infatti, l’area marina protetta e la nota “Riserva naturale orientata Palude del Conte e Duna Costiera”.
C’è una buona alternanza di litorali di sabbia finissima, baie e scogliere basse di roccia chiara arricchite da barriere coralline e promontorio.
Il centro di Porto Cesareo è un tranquillo agglomerato di case di pescatori. Durante le calde giornate estive il centro rimane quasi deserto, e, poco prima del tramonto, si anima di turisti e vacanzieri fino a notte. Sulla punta del promontorio si trova la Torre Cesarea.
Porto Cesareo, la città in sè, non ha spiagge da consigliare. Ha solo una spiaggetta, quella cittadina, molto piccola e sempre piena di persone in agosto. Per trovare le spiagge a Porto Cesareo occorre dirigersi verso Torre Lapillo ed in su, verso nord, in direzione Punta Prosciutto (Torre Lapillo e Punta Prosciutto sono due frazioni di Porto Cesareo).
Lido Togo Bay è tra i più recensiti su Trip advisor per gentilezza, buon servizio e pulizia (c’è chi la definisce maniacale). Certi di trovare il meglio: un posto incantevole, il mare cristallino, l’atmosfera esotica di un lido interamente in legno, organizzazione eccellente, personale gentilissimo, ottima accoglienza e musica.

Da vedere

Isola dei conigli
L’Isola, indicata come “Isola Grande”, viene chiamata dagli abitanti “Isola dei Conigli”. Il motivo di questo nome è da rintracciarsi nel fatto che, negli anni 50, fu promosso l’allevamento allo stato brado di una colonia di conigli.
Gran parte dell’isola è coperta da pineta.
L’isola si può raggiungere:
concordando il traghettamento in barca con uno dei pescatori locali sparsi lungo tutto il litorale di ponente oppure la si può tranquillamente raggiungere a piedi (il fondale è basso, poco più di 1 metro di profondità e la distanza è di circa 200 metri dalla costa).
Trascorrere una giornata intera sull’isolotto è una buona idea viste le varie spiagge, alcune con l’acqua bassissima, adatta ai bambini. Poi si può mangiare e dormire sotto i pini dell’isolotto data la folta pineta. Sembrerà di essere nei panni di Robinson Crusoe: l’isola è priva di bar, bagni e strutture.
Il Parco marino che si affaccia sull’Isola Grande è l’ideale per fare escursioni subacquee alla scoperta di meravigliosi fondali, simili a quelli sub tropicali.

Museo di Storia naturale marina e della Pesca
Il “Museo di Storia naturale marina e della Pesca”, all’interno della Stazione biologica marina, è un’altra tappa obbligata. Qui si possono osservare alcune specie rare ed uniche al mondo, come la “medusa immortale”, inoltre un algario dei mari pugliesi ed una vasta collezione di conchiglie provenienti dal Mediterraneo.

Torri costiere

Ve ne sono diverse lungo la costa, tutte costruite, in passato, per osservare e proteggere la costa dalle frequenti incursioni turche. I loro nomi: Torre Cesarea, Torre Chianca o di Santo Stefano (sorge su una piccola penisola tra Torre Cesarea e Torre Lapillo), Torre Lapillo o di San Tommaso.

Torre Lapillo
Frazione di Porto Cesareo, si affaccia sul caldo mar Ionio e nei mesi estivi diventa una delle zone balneari più affollate da locali e turisti. Caratterizzata da spiagge bianchissime e sottili, acque calde e trasparenti che con la bassa marea creano veri e propri campi di gioco per ragazzi e bambini. I lidi privati sono presenti ma vi sono aree libere ampie, selvagge e ricche di ginepri.

Torre Chianca
A prima vista il panorama è quello Caraibico o di famose isole come le Mauritius, un paradiso tropicale dove sono indiscutibili la trasparenza delle acque ed il candore della sabbia. Quella di richiamare alla mente i Caraibi è una magia comune ad altre zone del Salento, dato il tabulato carsico fatto da bianche rocce calcaree.

Spiagge

Punta Prosciutto è una delle chicche che Porto Cesareo e i suoi chilometri di estensioni in litorale offrono. Sabbia bianca e finissima, mare turchese, macchia mediterranea. Come già detto, il dubbio che ci si trovi ai Caraibi sorge spontaneo, non mancano difatti all’appello i chilometri di sabbia finissima, le dune alte (fino ad otto metri), il mare cristallino.
Questa zona facente parte del comune di Porto Cesareo dista una decina di chilometri circa dal centro, subito dopo Torre Lapillo in direzione Torre Colimena.

Ovviamente tra le spiagge ed i Lidi ci sono quelle di Torre Lapillo, con fondali bassi ed ideali per famiglie con bambini.

Si ringrazia lidodegliangeli.com per la foto rappresentativa della bellezza di Punta Prosciutto.