Culturanze, un mix di cultura e vacanze nel Salento

L’incontro e fusione di due parole cultura e vacanze, il neologismo che ne viene fuori sono già di per loro elementi interessanti. Due concetti che poniamo tutti, in modo plebiscitario, nella categoria “belle parole”, come questi si possano fondere in un tutt’uno, poi, desta curiosità. Siamo qui apposta per parlarvene.

Culturanze è un circuito di strutture che ospita gratuitamente artisti, in cambio di cultura. Un nuovo modo di intendere le vacanze non focalizzate solo su spiagge da cartolina e mari da sogno ma maggiormente sulle campagne e le ricchezze culturali.
Il fulcro centrale è la cultura. L’iniziativa coinvolge artisti o persone coinvolte nel mondo della cultura ed aziende turistiche sensibili all’argomento.
Bed&breakfast, agriturismi e case vacanze mettono a disposizione i propri spazi per ospitare gratuitamente artisti, musicisti, scrittori e personalità legate al mondo della cultura ottenendo in cambio un piccolo contributo artistico e culturale da offrire ai propri clienti.

Hanno aderito all’iniziativa le Case Vacanze Salento, la Masseria La Palombara, La Tenuta Specolizzi ed il Pizzicato B&B, sul Gargano.
Il beneficio è esteso: chi cerca visibilità (l’artista) avrà occasione di dimostrare le proprie capacità esibendosi di fronte ad un pubblico attento e senza spendere un centesimo per l’alloggio, gli ospiti, a loro volta, potranno arricchire la loro vacanza partecipando ad eventi originali ed esclusivi.

Culturanze è un progetto di baratto culturale e, nell’anno 2013, si svolgerà dal 2 maggio al 15 giugno e dal 12 Settembre al 13 Ottobre.
Chi ha voglia di testare una vacanza in Salento potrà consultare il sito di Culturanze e decidere quando partire (gli organizzatori metteranno online un calendario in base alle performance che questi decideranno di regalare), chi prenoterà direttamente sul sito avrà diritto al 10% di sconto.

I pionieri del progetto sono due, Sandro e Patrizia, gestori di alcune case vacanze nel territorio di Salve. Se i turisti sono pochi in bassa stagione, perchè non pensare di accogliere gratuitamente intellettuali ed operatori culturali per avere in cambio creatività e cultura?
L’iniziativa, lanciata attraverso un giro di e-mail ed il web, ebbe un discreto successo attirando l’attenzione di viaggiatori ed amanti del Salento. Le proposte sono state varie: dall’idea di Sud alla gemmologia, olivicoltura e fotografia.
Viene, oggi, rilanciata l’offerta: “Se sei un artista o uno studioso e sei interessato a venire in vacanza in Salento, ti viene offerto, sotto il nome di baratto, un alloggio, una camera, e chiesto, in cambio, un contributo culturale”.
Il progetto prende man mano forma e cerca di espandersi allargando il circuito con nuove case-vacanze o b&b che vogliano aderire.

Per le immagini si ringrazia: www.thestreamagazine.com; www.masseriapalombara.it;